POLITICA

2013
18
Aprile
Aliquote IMU: parliamo seriamente.

 

Il PD proponeva al Consiglio Comunale di Cerignola, semplicemente, di: ridurre la aliquota IMU sulla prima casa dallo 0,55 allo 0,4 % ridurre l’aliquota IMU sui terreni agricoli da 0,87 allo 0,76%.

Amen.

Così come un gioco di prestigio, senza copertura, senza cifre, senza conti, senza inquadramento nel bilancio.

Potevano proporre per delibera: la pace nel mondo; la sconfitta del tumore; il sole tutti i giorni e la pioggia solamente quando utile alla agricoltura.

Stupidate!

Noi pensiamo che il carico fiscale sui cittadini deve diminuire.

Dobbiamo studiare e prepararci per questo.

Ma non in questa maniera dilettantesca… alla “chi offre di più”?

Al momento sulla rimodulazione delle imposte si può far poco.

La entità dei maggiori versamenti IMU che finirà ai Comuni è ancora incerta.

Il Governo ha in serbo una sorpresa: la costituzione di un fondo di solidarietà, al quale tutti i Comuni saranno chiamati a versare le maggiori somme ipoteticamente da in accasare.

Molto… ipoteticamente…

Si potrebbe utilmente, invece, cominciare a parlare di rimodulare le categorie di immobili sottoposti a tassazione.

Una aliquota, il più ridotta possibile, per abitazione principale, unità assimilabili alla abitazione principale e pertinenze delle stesse.

Una aliquota ridotta per le stesse abitazioni principali, ma gravate da mutuo ipotecario.

Una aliquota ridotta per abitazioni principali possedute da nuclei familiari con reddito complessivo ai fini ISEE non superiore a 20.000 euro.

Una aliquota ridotta per le abitazioni principali di famiglie in cui sia  presente una persona portatrice di handicap con diritto all’accompagnamento.

Per seconde o terze case, aliquote ridotte per quelle concesse in locazione a canone concordato e per quelle concesse in comodato gratuito dal proprietario a parenti in linea retta di 1° grado.

Aliquote ridotte per unità immobiliari utilizzate esclusivamente per l’esercizio di attività di impresa.

Aliquota agevolata per quelle unità immobiliari utilizzate direttamente dai proprietari per l’esercizio di attività professionali, a condizione che il proprietario risulti residente anagraficamente e\o abitualmente dimorante in Cerignola.

Aliquote agevolate per unità immobiliari di cooperative edilizie a proprietà indivisa, assegnate ai soci che la utilizzino per abitazione – ovviamente principale.

Aliquote ridotte per fabbricati rurali ad uso esclusivamente strumentale rispetto alla azienda.

E potremmo ancora continuare.

Giusto per far capire ai “dilettanti”, buttati allo sbaraglio, come si può correttamente impostare un discorso utile e necessario, che conduca alla riduzione del carico fiscale.

Senza far fallire i Comuni.

E garantendo che i Comuni possano elargire i servizi necessari ed indispensabili per i cittadini.

 

MOVIMENTO POLITICO LA CICOGNA





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy