POLITICA

2013
19
Aprile
PD: dilettanti... parte seconda

 

Gent.mo avv. Ladogana, visto che continuate a difendere l’indifendibile mi vedo costretto a risponderLe nel merito della “questione”.

Voglio innanzitutto ricordarLe che non si parla solo di IMU ma anche e soprattutto di “Federalismo fiscale municipale” (fonte MEF):

La riforma del sistema fiscale municipale, coordinandosi con il regime fiscale regionale, disciplina un processo di graduale passaggio dalla finanza derivata a quella autonoma con la soppressione degli attuali trasferimenti statali di natura permanente e generale e l’istituzione di forme di entrata proprie dei Comuni. Tale autonomia finanziaria deve comunque essere esercitata in modo compatibile con gli impegni finanziari assunti dai Comuni con il patto di stabilità e crescita.

Inoltre, in un eventuale e successivo processo di estensione del federalismo con il trasferimento di ulteriori funzioni ai Comuni, la riforma prevede che siano assicurati contestuali finanziamenti e trasferimenti, per garantire l’integrale copertura finanziaria delle funzioni trasferite. Il finanziamento delle nuove funzioni che saranno trasferite avverrà nell’ambito del nuovo sistema di finanza autonoma degli enti locali, attraverso adeguamenti dei livelli di compartecipazione ai gettiti tributari ovvero dei livelli di imposizione dei tributi locali secondo i principi e criteri generali già previsti dalla legge delega sul federalismo fiscale.

Entriamo nel merito della questione, però deve usarmi la gentilezza di prendere block notes e calcolatrice, perché altrimenti non riesce a seguirmi, dimenticavo, a proposito di lezioni private, prenda il numero perché poi si fa tardi.

Il 21 Agosto 2012, si discuteva in Consiglio il Bilancio di previsione per l’anno 2012, il dirigente del settore finanziario del Comune di Cerignola iscrive alla voce Entrate Tributarie al “Titolo I” la somma di euro 8.400.000,00. Il Collegio dei Revisori a pag. 31 della relazione al Bilancio di Previsione, dopo una attenta analisi delle Entrate Tributarie: “Ritiene congrua la previsione iscritta in Bilancio”.

Sempre i Revisori dei Conti a proposito di Trasferimenti, a pag. 34 della succitata relazione, al quarto capoverso, scrivono:

“che l’art. 13 comma 17 del DL n. 201/11, prevede per i Comuni delle Regioni a statuto ordinario che all’incremento dell’entrata ad aliquota di base, in conseguenza dell’anticipazione sperimentale dell’Imu, corrisponde una riduzione di pari importo delle risorse erariali assegnate a valere sul “Fondo sperimentale di riequilibrio” e sul “Fondo Perequativo””.

Il Fondo Perequativo è uno strumento (introdotto dalla L. Cost. 3/2001, che ha sostituito l'art. 119 Cost.) che dovrebbe compensare in modo orizzontale eventuali squilibri fra le entrate tributarie delle regioni od in modo verticale (Stato vs Comuni) e consentire a tali enti di erogare i servizi di loro competenza a livelli uniformi su tutto il territorio nazionale; lo scopo è quello di garantire che in tutte le regioni, le Province ed i Comuni, a prescindere dalla capacità di ricavare risorse fiscali dal loro territorio, siano rispettati gli stessi standard nella prestazione di determinati servizi.

Che cosa significa, prenda appunti gent.mo avvocato:

Il Comune di Cerignola ha aumentato la percentuale IMU, però ha ricevuto nel 2012, di pari importo, un taglio dei Trasferimenti Erariali, quindi nessun surplus, nessun avanzo di gestione, niente di niente…….

Mi spiego meglio, i cittadini di Cerignola hanno versato a titolo di IMU la somma di euro 16.309.713 di cui 10.247.226,10 vanno al Comune di Cerignola e 6.062486,90 allo Stato. L’ extra gettito non è dato dalla differenza del preventivato (€ 8.400.000,00) e l’effettivo incassato (€ 10.247.226,10), ma dalla differenza del versato sullo 0,55% rispetto allo 0,40% di base, la differenza (0,15%) non viene trasferita ai Comuni per via dell’anticipazione sperimentale del “Federalismo Fiscale Municipale”.

Io per primo mi spenderò per una riduzione di dette percentuali, ma bisogna farlo con cognizione di causa, farò delle proposte concrete, suggerendo dove andare a reperire le risorse, attuando una “spendig review” all’ interno del Comune di Cerignola, e questo lo si può fare anche quando si è “Opposizione”, perchè una forza Politica che si pone l’obbiettivo di Amministrare questa Città lo deve fare senza “demagogia”.

Mi sarei aspettato dai suoi Consiglieri una proposta corredata dai numeri, dalle cifre, dalle categorie di proprietari di prima abitazione che versano in situazioni disagiate e sulle quali intervenire, mi sarei aspettato la proposta di creazione di un “Fondo chiamiamolo di Riserva” nel quale dirottare i proventi del recupero dell’evasione fiscale che i Comuni sono chiamati a fare, e c’è ne sarebbe ancora ed ancora, ma niente di tutto questo.

Gent.mo Avvocato il primo giorno di scuola lo si affronta con le penne, le matite, la gomma, i quaderni, ma soprattutto con i “libri” con i quali studiare.

Le ripeto: “Competenza”, “Serietà”, “Dedizione” ed “Abnegazione”.

 

Michele Monterisi

Movimento Politico “La Cicogna”





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy