POLITICA

2013
6
Maggio
"La Cicogna", Farina, il Duomo "Tonti"

Il più sincero “bentornato” sulla scena politica cittadina a Mimmo Farina. Cittadino onesto, che ha maturato grande esperienza amministrativa: sarà sicuramente una risorsa preziosa per Cerignola, una volta che accogliendo anche i nostri appelli, decida di tornare a dedicare il Suo tempo alla nostra Città.

Torna Farina e viene ad ingrossare le fila degli anti – Giannatempo.

Benissimo.

Non ci facciamo distogliere nel nostro sincero “benvenuto”, da quanti ancora ricordano l’appoggio di Farina alla candidatura Giannatempo.

Quando si tratta del bene della città, non ci sono primogeniture da vantare.

Anzi.

Vedere personaggi politici di spicco come Farina e – prima ancora – Tatarella, cambiare, motivatamente e giustamente opinione su Giannatempo e la Sua maggioranza, non può che farci piacere.

Leggo che Farina desidera coinvolgere il MP La Cicogna in una raccolta firme per indire un referendum comunale: tema i lavori da eseguire nel Duomo Tonti.

Strada impercorribile.

Il referendum è uno strumento di alta democrazia, preziosissimo.

Immagini Farina che se questa strada fosse stata facilmente praticabile, la Cicogna, con la sua organizzazione, con il suo attivismo, con le sue iniziative, non l’avrebbe già attivata per altri temi?

Il problema è che il referendum comunale costa!

Secondo calcoli approssimativi tra i 300\400 mila euro.

Cifra che le casse comunali non si possono permettere. E questa osservazione priva il dibattito sul punto di qualunque interesse.

La seconda proposta, invece, ci trova sostanzialmente d’accordo.

Parlare della questione in Consiglio Comunale sarebbe stato – prima – molto utile.

Adesso è un po’ tardi.

Gli atti deliberativi sono stati già adottati.

Ciò non toglie che una informativa dettagliata, una esplicazione tecnica, un ragguaglio più puntuale, con un successivo dibattito che – per quanto possibile in questo modesto e spesso tragicamente comico Consiglio Comunale – offra spunti di chiarimento e approfondimento.

Nei paesi normali si procede, appunto, così. Non appena ci saremo liberati di questa zavorra giannatempiana, torneremo – è certo – a queste buone, sane e democratiche abitudini.

Sul merito della questione.

Il Movimento Politico La Cicogna esprimerà quanto prima una opinione.

Parteciperà con una propria delegazione alla conferenza stampa indetta per domani dalla Curia Vescovile.

Esaminerà e studierà i progetti, i pareri espressi sugli stessi, il loro contenuto specifico. Consulteremo i nostri tecnici; ci formeremo una opinione e la forniremo, come contributo al dibattito cittadino.

Per favore, però, evitiamo toni eccessivi, inutilmente drammatici.

Non sta per scoppiare la terza guerra mondiale; nessuno demolirà il nostro Duomo. A nessuno sia consentito prendere a pretesto questo tema per sfogare antichi risentimenti personali, che alla città non interessano affatto.

 

Franco Metta

M.P. La Cicogna





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy