POLITICA

2013
6
Maggio
Liquidazione PD

La Corte Dei Conti impone al Comune di Cerignola di fare una proposta, entro 60 giorni, al fine di onorare i debiti fuori bilancio dell’anno nell’anno 2010. Parliamo di debiti fatti della vecchia giunta di centrosinistra capeggiata dal sindaco Matteo Valentino e dell’attuale giunta di centrodestra. Dalla relazione del referendario istruttore della Corte dei Conti si evincono, stigmatizzati dal Magistrato, le seguenti cifre: nel 2008,giunta di sinistra, a fronte di una soglia di 333mila euro, debiti fuori bilancio per 5 milioni e passa.

Proviamo a fare un excursus storico ? Proviamo a ricordare nomi, servizi, assessori e cariche di quell’epoca?

Matteo Valentino, dopo un “periodo” di crisi politica iniziata il primo giorno di mandato, al fine di creare  stabilità politica dettata obbligatoriamente in modo molto “democratico” dall’unica guida Gentile del partito fu costretto a fare un ulteriore rimpasto di Giunta. Lucio Cioffi,  Assessore ai Lavori Pubblici (competenza reale e fattiva) succeduto nella funzione di  vicesindaco a Rocco D’Alessandro fu costretto alle dimissioni sempre dalla guida Gentile del partito, Gerardo Valentino (Assessore al Bilancio), Franco Palumbo (Assessore alla cultura), Leonardo Paparella (Assessore alle Politiche giovanili, Trasparenza e Borgate), Antonio Donatiello (Assessore ai Servizi Sociali) già succeduto a Franco Palumbo che per soli sei mesi  gestì  l’Assessorato,  furono sostituiti da Silvana Ladogana per l’Assessorato al Bilancio, Gerarda Belpiede per l’Assessorato alla cultura, e Rino Pezzano per l’Assessorato ai servizi sociali.

Nessuna debito contrasse Rino Pezzano nell’Assessorato ai Servizi sociali in quanto la situazione ereditata da Donatiello era a dir poco drammatica. Cumuli di debiti nei confronti delle cooperative sociali tutti passati come debiti fuori Bilancio, situazione analoga per l’Assessorato alla cultura… un mare di debiti in ogni settore, debiti contratti durante il mandato Valentino con vicesindaco Rocco D’Alessandro, debiti contratti da Antonio Donatiello a suon di proroghe senza alcuna copertura finanziaria, debiti contratti da un’amministrazione che in soli 3 anni e 10 mesi ha fatto quattro rimpasti (dopo la giunta costituitasi nel Maggio 2005 ha avuto il primo rimpasto nell’Ottobre 2005, poi nel Luglio 2007, poi nel Novembre 2007 e ultimo nel Gennaio 2009), debiti contratti quando la Presidenza del PD era affidata a Rocco D’Alessandro e la segreteria passò a Silvana Ladogana, quando l’Assessore al Bilancio era Silvana Ladogana seppur per breve tempo, quando la guida del partito era affidata a Elena Gentile onnipresente anche durante i consigli comunali nonostante non fosse consigliere…  debiti che la Corte dei Conti oggi sta stigmatizzando.

Se la storia fosse solo citata per rimembrar la triste avventura politica di un sventurato gruppo che si improvvisò per amministrare una città allora staremmo semplicemente a piangere  al solo ricordo ormai passato, il problema invece è un altro, la nuova segreteria è composta da nomi che abbiamo appena finito di ricordare, Silvana Ladogana, Gerarda Belpiede mentre tutto continua ad essere coordinato dalle obbligate scelte “democratiche” di Elena Gentile. Mi chiedo più volte se l’idea è stata quella di creare una segreteria Politica innovativa per lo slancio del partito o una segreteria per la liquidazione del PD? Secondo me più la seconda.

Intanto il rinnovamento tanto sperato può attendere a tempi migliori, le esistenti  forze giovani e capaci del PD possono ancora aspettare, le competenze restano ancora affacciate ad assistere al triste destino di chi sfascia e poi si premia, intanto la città paga le colpe di chi, per anni, ha creato voragini economiche che saranno colmate a lungo termine. E le strade? E il Sociale? E gli investimenti? E la cultura? E la crescita della città? Poco importa… tanto poi saranno problemi di chi amministrerà domani!

 

Luca Colopi

Movimento Politico “La Cicogna”





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy