POLITICA

2013
10
Maggio
Giannatempo: il peggiore dei disastri!

Ho detto in piazza, domenica sera, che il peggiore,tra i tanti,dei disastri di 
Giannatempo e della sua maggioranza, è la continua,inarrestabile perdita di 
prestigio e di fiducia nel giudizio dei cittadini.
Non può che essere che così,atteso lo spettacolo che è sotto i nostri occhi.
Un Consigliere Comunale,devoto e pio, ha instaurato una specie di monopolio 
esclusivo sul cimitero e sulle attività cimiteriali in genere; proteggendo 
società,arrivando a pretendere la assunzione di suoi raccomandati.
Un altro, incompetente in tutto, vuole infilare un’altra società di suoi amici 
in un lavoro di qualità culturale elevatissima e,dunque,inadatto ai suoi 
sponsorizzati.
C’è chi avendo interessi nel cimitero,si occupa solo di questo,investendo l’
autorità pubblica che detiene.
Ci sono “i soldi al pallone” al terzo piano.
Dirigenti che non vedono ammanchi; altri che si esprimono sempre secondo i 
“desiderata” dei padroni \ politici,salvo scrivere, nei ricorsi al Giudice del 
Lavoro, di essere in stato di soggezione e,dunque,di non esprimere liberamente 
quegli stessi pareri.

Si è parlato,in questo contesto,poco della lettera indirizzata al Sindaco dal 
Presidente della Cooperativa San Francesco.
Certamente, e questo è stato evidenziato,ci sono accuse di persecuzione contro 
il Sindaco e il solito dirigente.
MA NON E’ QUESTA LA PARTE PIU’ ALLARMANTE DI QUESTA DENUNCIA.

Scrive Michele Lapollo:
“…la cooperativa ha assunto tre disoccupati particolari…”
Particolari? Perché ?
“ … la cooperativa non ha ricevuto in cambio nessuna pagnotta,a differenza di 
quanto riferito da un nostro dipendente e suo protetto”.
Protetto ? Dal Sindaco,pubblico ufficiale,nei rapporti con una cooperativa che 
all’Ente Pubblico fornisce a pagamento servizi? Se vero,è gravissimo.
“….Le rappresento,inoltre,che alcuni dei cinque dipendenti suoi protetti…..”
Ancora ? Protetti !
Questa lettera è del 29 aprile.
A oggi non mi consta né che Lapollo abbia ritrattato queste accuse,né che il 
Sindaco abbia denunciato Lapollo o almeno chiarito,spiegato,smentito.
Che razza di amministrazione è quella in cui si curano i propri interessi,si 
assumono i “protetti”,si sfidano le leggi penali, si calpestano gli obblighi di 
trasparenza,equità,imparzialità degli amministratori.
Ci sono migliaia di disoccupati e qualche “protetto”,che lavora.
Sarà per questo che non si placano le proteste,anche violente,di chi non si 
vede riconoscere un posto di lavoro.
Se lavoro non c’è, è ammesso rassegnarsi alla impotenza della 
amministrazione;
ma se ci sono i “protetti” che lavorano,è un po’ più dura accettare la 
situazione.
E il prestigio dell’Ente precipita,ogni giorno di più.

Franco Metta
M.P. La Cicogna.





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'19 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy