POLITICA

2013
2
Luglio
Giannatempo l'ha rifatto!

W MANDRONE

Non credevamo potesse succedere!

Ma la scelleratezza delle decisioni del Gianna, ha consentito si verificasse anche questo: La Cicogna schierata con il Comandante dei Vigili.

In breve.

Il Consiglio Comunale, dichiarando prioritaria la sicurezza urbana, all’unanimità invitò la Giunta a rimandare al loro posto i 5 Vigili Urbani distolti dalle loro funzioni istituzionali e distaccati in Uffici Comunali appartenenti a Settori diversi dell’Amministrazione.

Qualcuno era il solito raccomandato, che non deve prendere caldo, né freddo, né vento, né pioggia; altri - in strada – non si dimostravano ligi.

A riprova di quanto conti, non l’opposizione, ma la maggioranza del Consiglio Comunale, dopo appena un giorno di apparente “adeguamento”, i cinque tornarono negli Uffici, climatizzati.

Nei giorni scorsi ci ha riprovato, il Gianna: un altro Vigile, dal Comando di Polizia Municipale trasferito al famigerato III° piano: lavori pubblici e manutenzioni (quali lavori? quali manutenzioni?).

Questa volta Mandrone ha tirato fuori un po’ di carattere! Non ha piegato la testa.

Si è battuto, (ci sussurrano in un orecchio), ma ovviamente ha dovuto piegare il capo, quando il 28 giugno, il Sindaco d’autorità ha trasferito il vigile urbano Pietro Pellegrino al III° piano, con disposizione nr.113\Gab, in nostro possesso che troverete in allegato.

In perfetto stile giannatempiano la motivazione.

“Insopportabile carenza di personale”.

Tra i vigili, nelle strade, in villa comunale, terra di nessuno, nel traffico folle e autodiscplinato... ???

Niente affatto!

L’insopportabile carenza di personale è quella del Terzo Piano, del Piano dell’Edilizia; dove abbiamo appena assunto un architetto per lavorare alla variante TAMMA; dove – per la crisi dell’edilizia privata – dall’inizio dell’anno si registra una assoluta penuria di istanze dei cittadini; dove manutenzioni, ormai, non se ne fanno più ed in compenso i lavori pubblici stanno a zero!

Plastica la rappresentazione di quel che conta in questa città: l’edilizia, l’urbanistica e gli appalti ad essi legati.

IL MATTONE, SEMPRE E SOLO QUELLO.

Ordine, sicurezza, tutela dei cittadini vengono dopo.

Mentre con tono sempre più solenne l’assessore alla Sicurezza tuona: “Abbiamo investito in sicurezza”; facendo il concorso, il famoso e famigerato concorso, per poi mandare i vigili in ufficio.

Ma se finora a interpretare la protesta dei cittadini c’era solamente La Cicogna, da oggi abbiamo un altro… 

Che finalmente ha trovato il coraggio di opporsi.

Il Comandante Mandrone, pare, abbia osato contraddire il Sindaco, che l’ha rimesso in riga con una propria disposizione.

Nascondendosi, però, come sempre, dietro la firma e la richiesta del responsabile dell’Ufficio Manutenzioni ing. Izzillo.

Per una volta, dunque, il Comandante s’è meritato, ma per una volta sola, il titolo provocatorio di questa nota.

Per il resto è la solita opera dei Pupi, mentre è alle viste il rimpasto dei Pupi.

Che, dunque, manco di legno sono, ma di pasta frolla.

 

M.P. La CICOGNA





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy