POLITICA

2013
27
Agosto
Manutenzione edifici scolastici: aspetta (tanto) e… spera (poco)!

Leggo nei siti web della maggior parte dei Comuni d’Italia che si approfitta della chiusura estiva delle scuole per affrontare piccoli lavori di manutenzione, soprattutto di tinteggiatura, controllo della funzionalità dei servizi igienici,degli impianti elettrici e idraulici negli edifici scolastici cittadini.

Entro la fine di agosto tutte le scuole tutte le scuole devono essere pronte per ospitare gli alunni per oltre nove mesi del nuovo anno scolastico.

A Cerignola, purtroppo non è così!

Le scuole che apriranno i battenti a settembre si troveranno a dover fronteggiare emergenze dovute alla mancanza di programmazione dei lavori di manutenzione, con disagi per genitori, alunni e docenti, nonostante, nonostante le molte segnalazioni di intervento già inviate al Comune alla fine dell’anno scolastico scorso.

Nessuno degli amministratori della nostra città si è preoccupato di fare un giro per le scuole al fine di poter programmare un utilizzo delle strutture che non sia problematico fin dai primi giorni di scuola.

Nessuno degli amministratori si preoccupa di verificare se le scuole sono utilizzate “a pieno”, in modo da poterne ottimizzare la gestione con qualche risparmio che potrebbe derivare dalla chiusura di alcune strutture inadeguate e abbisognevoli di manutenzione continua.

Addirittura non si capisce ancora se il nuovo plesso della scuola dell’ infanzia di Via Brenta potrà essere utilizzato per il nuovo anno scolastico, oppure i bambini dovranno essere ospitati di nuovo nel plesso Tommaso Russo della scuola Carducci.

Bisognerà di nuovo gestire le emergenze con superficialità e pressapochismo, come succede da quando la nostra città è amministrata dalla “Giannatempo’s Band” !

 

Antonietta Scardigno

M.P. La Cicogna





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy