POLITICA

2013
4
Settembre
Chiusura Tribunale: chiesta autoconvocazione Consiglio Comunale

I consiglieri comunali di opposizione e di maggioranza chiedono l'autoconvocazione del Consiglio Comunale monotematico al fine di impedire la soppressione del Palazzo di Giustizia.

Il problema non riguarda solo gli avvocati ma l'intera città.

Il Tribunale è dei cittadini, non è nè degli avvocati e nè dell'Amministrazione.

Il presidio della legalità, in una città complessa come Cerignola non può mancare, specie considerando che la chiusura del nostro Tribunale non determinerà nè la riduzione dei tempi della giustizie e nè tanto meno la riduzione dei costi, semmai si registrerà solo un peggioramento della situazione.

Per questo  è necessario unire tutte le forze politiche locali, dando voce alle proteste e ai dissensi manifestati dalla classe forense cittadina.

 

AUTOCONVOCAZIONE

 

Cerignola, li 03/09/2013 

 

Al Presidente del Consiglio Comunale

sig. Natale Curiello

Comune di Cerignola

 

Al Segretario Comunale

Dott.ssa Monica Claudione

Comune di Cerignola

 

Al Consiglio Comunale di Cerignola

 

OGGETTO: Richiesta di autoconvocazione del Consiglio Comunale in seduta aperta presso il Tribunale di Cerignola

 

I sottoscritti Consiglieri comunali ai sensi dell'art. 27, comma 1 del Regolamento del Consiglio  Comunale

PREMESSO CHE

–   in seguito ai provvedimenti decisi dal governo Monti ed attuati dal governo Letta circa la geografia giudiziaria, il Tribunale di Cerignola dovrà chiudere entro il 13/09/2013;

–   all'uopo, il Presidente del Tribunale di Foggia ha disposto la chiusura del Tribunale di Cerignola, anticipandone l'operazione di trasloco ed i trasferimenti dei faldoni ed incartamenti, alle date del  04 e 05 Settembre c.a.;

–   dal 02/09/2013 gli avvocati di Cerignola hanno proclamato una assemblea permanente con presidio del palazzo di giustizia, al fine di evitare la chiusura definitiva;

–   tale situazione avrà delle ripercussioni sulla cittadinanza. La città di Cerignola è un territorio 'complesso', con una criminalità di calibro di quella inchiodata da importanti sentenze e  non può ritrovarsi senza un presidio giudiziario;

–   la politica locale, tutta, non può e non deve restare silente ed inerme;

 TUTTO CIO' PREMESSO  ED ESPOSTO

i sottoscritti consiglieri comunali 

CHIEDONO

ai sensi dell'art. 27, comma 5 del Regolamento comunale, che sia convocata una adunanza monotematica per esaminare la problematica predetta e perchè in ordine alla stessa si proceda ad un dibattito generale sul  tema denominato : "CHIUSURA DEL TRIBUNALE - DISCUSSIONE- ATTO DI INDIRIZZO E DETERMINAZIONI", al fine di deliberare una decisione condivisa, da indirizzare con urgenza al Ministero competente, perchè possa correggere i provvedimenti contestati.

Si chiede altresì che l'adunanza del consiglio si tenga eccezionalmente, con urgenza, ex art. 4 del Regolamento  del Consiglio Comunale, in luogo diverso dalla  sede comunale, ovvero presso LE AULE DEL TRIBUNALE DI CERIGNOLA.

Al Presidente del Consiglio si chiede, altresì, di invitare a partecipare alla fissanda adunanza gli Assessori al ramo, le associazioni di categoria, il Presidente del Tribunale di Foggia, il Presidente del Consiglio dell'Ordine forense di Foggia e le rapprensentanze Regionali.

 

I consiglieri comunali firmatari:

 

–   avv. Michele Allambrese (PLD)

 

–   avv. Nicola Netti ( GAM)

 

–   avv. Franco Metta (MPLa Cicogna)

 

–   avv. Loredana Lepore  (MPLa Cicogna)

 

–   avv. Leonardo Paparella ( PD)

 

-    Luca Reddavide (UDCAP)

 

–   dott. Giovanni Ruocco (Moderati per Tonti)





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy