POLITICA

2013
14
Novembre
Punto e a capo

Quarantacinque giorni di paralisi totale della già scarsa ed inefficiente attività amministrativa, per partorire il “topolino” del cosiddetto rinnovamento e rilancio dell’operato amministrativo di questa Giunta Comunale inetta ed incapace.

Il rinnovamento si chiama Ruocco e Merlicco, De Cosmo e Mennuni, Romano e Spione.

Il rilancio amministrativo affidato a due “fantasmi”: Rocco e Spione;

al saldamente incollato alla poltrona De Cosmo; a Romano,Mennuni , Merlicco che di cattive, anzi pessime, prove, hanno dato già ampia ed indiscussa dimostrazione.

Ve lo avevo anticipato: Giannatempo bagnerà nel sale i presunti dissidenti, capitanati da loro inconcludenze Vitullo e Casarella, e se li mangerà come due cetriolini.

E adesso, poveri loro, che faranno i fautori del rinnovamento totale della Giunta; i sostenitori della nuova agenda amministrativa?

Poverini, ancora con il braccio alzato, a sostenere Giannatempo, senza aver ottenuto nulla di quanto chiedevano.

Continua così la pantomima amministrativa di personaggi senza rappresentatività, senza progetti, che non siano quelli di guardare ai propri piccoli, meschini interessi individuali.

Se volevamo una polizza assicurativa circa la continuità inconcludente di questa Giunta, la abbiamo ottenuta.

E’ matematico che le cose andranno sempre peggio.

Potrebbe anche far piacere ad una forza di opposizione sempre più radicata in città; ma la logica del Movimento La Cicogna non è stata mai quella del tanto peggio, tanto meglio.

Noi le sorti di Cerignola le abbiamo veramente a cuore.

E questa gente, questi fantasmi, non potranno fare altro che vivacchiare, facendo danni, per gli ultimi mesi di questa legislatura, mentre la Città continuerà nel suo passo del gambero.

Unica consolazione: il tempo che passa ed il momento della riscossa che si avvicina.

 

Franco Metta

M.P. La Cicogna





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy