POLITICA

2013
20
Dicembre
Le favole del PD

Il nervosismo da terrore elettorale del PD sconfina nel ridicolo.

Emuli di Ciccio e Franco, Cochi e Renato, Totò e Peppino, la coppia comica Longo – Dalessandro inventa  il sostegno della Cicogna … udite udite… e sganasciatevi dalle risate… alla Amministrazione Giannatempo.

Dunque: Cicciolina è vergine, gli asini volano e due + due fanno… cinque.

Qual è la verità.

L’amministrazione di Giannatempo, da tempo in crisi, registra il voto contrario al bilancio di tre suoi consiglieri: Laguardia, DeFeudis e Netti.

Poiché la maggioranza conta su 19 voti, i 18 consiglieri più il Sindaco e la matematica non è una opinione: 19 meno 3, fa 16, e 16 è la maggioranza del Consiglio.

La matematica non è una opinione dappertutto, escluso che in casa PD.

Al momento del voto sul bilancio di questa sera è vero che la collega Lepore era assente, più che giustificata per precedenti, improrogabili impegni professionali.

Come era assente il consigliere Vitullo, alle prese con un guaio meccanico alla sua autovettura (come tutti avevamo saputo).

La maggioranza, che a differenza del PD sa fare i conti, costatato che avevano il numero necessario per approvare il bilancio ha votato.

I comici del PD dicono che se ci fosse stata Loredana il bilancio non sarebbe passato.

Ma è una favoletta.

Se Loredana Lepore fosse stata presente la maggioranza avrebbe fatto mancare il numero legale, sospendendo la seduta, fino all’arrivo del consigliere capogruppo Vitullo.

Invece di approvare il bilancio la mattina, l’avrebbero approvato nel pomeriggio.

Tutto qui.

Personalmente mi sento confortato da questa sterile polemica.

I cittadini sanno con quanto vigore abbiamo fatto e facciamo opposizione a questa Giunta e sanno anche che il Movimento Politico La Cicogna, e chi scrive, sono i più osteggiati e temuti dalla maggioranza che affligge questa città.

Ma proprio questa consapevolezza, e il conseguente irrefrenabile nervosismo, induce il PD ad attaccarsi anche ai rami secchi per inscenare una ridicola strumentalizzazione.

Qualche volta anche Noi abbiamo bisogno di conferme.

Vedere i piddini agitarsi, sbraitare, inventare, fare inutile confusione, ci conforta.

Manca loro il terreno sotto i piedi e cresce il panico.

A fare giustizia di ogni equivoco è stata come spesso avviene la saggezza popolare.

A Giurato che biascicava inutili argomentazioni sulla variante delle Fornaci, che come sappiamo sta a cuore a decine di famiglie, un paio di cittadini presenti, con modi censurabili, ma con argomentazione inconfutabile, hanno ricordato che, invece di criticare i ritardi, che esistono, di questa amministrazione, Giurato e compagni avrebbero fatto bene a risolvere il problema nei quattro anni che ebbero a disposizione con la amministrazione Valentino.

Il PD come Giannatempo, dunque.

E la verità, nel buon senso popolare, si afferma.

 

Franco Metta

Mp La Cicogna





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'19 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy