POLITICA

2014
6
Gennaio
Prima esigenza: il cambiamento.

Il mio benzinaio mi ha votato (e con Lui sono quindicimilaseicentoventitrè... i conti non quadrano).
Mi ri - voterà, dice... e ci credo...
Ma vuole sapere: che faremo, dopo?
Che rispondo, avendo il tempo di venti euro di benzina nel serbatoio?
Cambieremo Cerignola, unica risposta sensata e sintetica.
Quando rimetto in moto, penso che ho un anno e mezzo scarso per esemplificare il concetto, ammetto, molto generico.
In primis - direi - dando alla città una nuova classe dirigente politica, espressione dei valori della competenza, efficienza, onestà.
E questa classe nuova e diversa dalle precedenti credo sia in via di avanzata individuazione.
Anche se la meschina disonestà del solito quaquaraquà ipotizza una contrapposizione, pensa Te, tra il sottoscritto e quanti sono stati sono e saranno chiamati a dare corpo e vita concreta a questo anelito di cambiamento, ispirato ai valori sopra indicati.
E ancora.
Totale rinnovamento dei quadri dirigenziali dell'apparato comunale.
Il mio amico suggerisce e raccomanda, opinione assai diffusa, la dirigenza della Polizia Municipale.
Quello certamente, ma anche la dirigenza tecnica alla edilizia, urbanistica e ai lavori pubblici.
Anche quella del settore economico, anzi,questa prima di tutte le altre.
Ma, ancora, quella dei servizi sociali in senso ampio.
E la notizia che posso dare è che ci stiamo lavorando.
Concretamente.
Individuando, discutendo, proponendo a soggetti super qualificati.
Dei quali, per ovvie ragioni, non posso fare i nomi.
Ma che ci sono, sono stati interpellati e, finora, nella percentuale del 100 per 100 hanno dato risposte di disponibilità, quando non anche di entusiasmo.
Questo prima ancora delle elezioni e del loro esito.
Non per esagerato ottimismo, ma unicamente perché per procedere in tutti i cambiamenti auspicati, occorrerà disporre da subito di una macchina amministrativa che possa mettersi in moto immediatamente e con impatto immediatamente verificabile.
Non è tutto, ovviamente.
Ma non mi parrebbe, se si verificasse, un cattivo inizio, né un malvagio proposito.
Specie a fronte di una gretta continuità, finora garantita ai sempre soliti personaggi, dall'alternarsi alla guida della Città di classi politiche di appartenenza apparentemente opposta, ma con propositi e metodi di comportamento sostanzialmente identici.
Come identici nel tempo sono stati i dirigenti comunali, corresponsabili dei fallimenti politico - amministrativi da tutti, unanimemente, denunciati.
 

Franco Metta
M. P. La Cicogna.





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy