POLITICA

2014
17
Gennaio
Le bugie hanno le gambe corte.

Ho visto in città un manifesto del PD sull’Imu, ed a questo punto urge una risposta perché mi sorge il dubbio che non hanno inquadrato bene il “Problema”.

Nel Consiglio Comunale del 15 Aprile 2013 si discute un “Foglietto” così articolato e ricco di proposte, così perfetto e corredato di cifre (una ventina di righe dattiloscritte), che voleva arrogarsi il diritto di essere chiamato “Proposta di delibera”, perché tutto il PD di Cerignola si era impegnato per la sua stesura.

Questo “foglietto” aveva l’assurda pretesa di abbassare le aliquote IMU, si proponevano cifre, valori, dotazioni finanziarie tali… da intervenire in maniera “Strutturale” sul bilancio della Comune di Cerignola.

Il “foglietto” portato in Consiglio arrogava a se stesso la “presunzione" di variare il Bilancio Comunale e data la complessità dell’argomento da trattare, ha prodotto una “immensa” figuraccia ai rappresentanti del Partito Democratico. Si propone con un atto a dir poco “sconclusionato” una discussione all’assise Consiliare che porti poi alla determinazione della riduzione delle aliquote IMU.

E chi non vuole eliminare l’IMU!

E chi non vorrebbe dire alla Città l’IMU non esiste Più!

E chi non lo vorrebbe!!!!!!!

L’assenza di una proposta,

L’assenza di uno studio approfondito delle cifre e di un deliberato scritto in “Italiano” (la cosa più importante, sulla quale si sarebbe potuto intavolare una discussione) ha fatto sì che il PD si incartasse.

Il Consigliere Longo che cercava di spiegare al sottoscritto che in Commissione avevano parlato di che cosa non si sa.

Il Consigliere Dalessandro parlava e urlava contro tutti con e senza microfono.

Gli altri, presto a dirsi: Il Consigliere Tonti seduto sulla sedia.

Il Consigliere Paparella, disorientato.

Il Consigliere Giurato dava la colpa alla Gema.

Il Consigliere Aucello ”parlava al telefono".

I dirigenti ed i simpatizzanti del PD “scappavano…”

Di chi è la colpa la colpa di tutto questo?

Chi è il fautore della disfatta del PD?

Presto detto: i colpevoli della liquefazione del PD sono Franco Metta e Michele Monterisi, i quali, avendo constatato l’insussistenza del “foglietto”  portato in Consiglio Comunale, proposero di ritornare in Commissione Bilancio, e con una attenta revisione delle spese del Comune (Vedi Publisys alla quale diamo la bellezza di 480.000,00 euro all’anno), si sarebbe potuto tornare in Consiglio e presentare una proposta di intervento sul Bilancio “STRUTTURALE” proponendo, questa volta sì, un riduzione dell’IMU.

Di chi è la colpa?

Diciamo la verità.

La colpa è del Governo Italiano presieduto da Gianni Letta, il quale, nel 2013 ha promesso a tutti i Sindaci Italiani che l’Imu sulla prima abitazione sarebbe stata abolita e che poi, strada facendo non è stato in grado di trovare i soldi per abolirla.

Questa è la VERITA’!

Hanno aumentato l’IVA.

Hanno aumentato le accise.

Hanno aumentato gli acconti sulle tasse.

Non si sono ridotti gli stipendi.

Ed infine i soldi per eliminare l’IMU? Non ci sono!!!!!!!

Tanto si doveva per fare chiarezza.

 

Michele Monterisi

Movimento Politico “La Cicogna”





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy