POLITICA

2014
21
Gennaio
Buon Anno, CICOGNA!

L' artefice della introduzione dell' IMU sono IO e questo gratifica il mio noto narcisismo.
Subisce una battuta di arresto il mio egocentrismo, perché devo dividere il merito con Michele Monterisi. 
Il PD di Cerignola fa sorridere.
Si dimena freneticamente, nella speranza di recuperare il tempo perso in anni di torpore narcotico; ma il rimedio si rivela peggiore del male.
Non ha idee, non ha classe dirigente, se non un manipolo di ascari, ben noti alle cronache politico / amministrative della città per aver insieme a Matteo Valentino condiviso le responsabilità di una amministrazione civica, che rivaleggia con quelle di Giannatempo in fatto di incapacità e di conclamati fallimenti.
Fanno ironia sui due semafori accesi dal PDL, dimenticandosi che loro nemmeno questo seppero fare.
Criticano Giannatempo per il fallimento della convenzione con A. C. Foggia, ma A. C. Foggia a Cerignola l'hanno portata loro.
Si lamentano dell' ammanco GEMA, ma i rapporti "elastici" con GEMA datano dall' epoca del loro Sindaco.
Sarebbe, comunque, sbagliato ignorare questo mulinare di sciocchezze politiche e di gratuiti insulti personali, specie in concomitanza con identiche iniziative ed eguali attacchi personali,di cui si rende protagonista il loro dirimpettaio PDL.
Fuoco concentrico, anche se innocuo, sulla Cicogna.
E' questa la consacrazione che in qualche modo attendevamo.
Per comprenderne la rilevanza bisogna, come è sempre opportuno fare, dare una occhiata al passato, per comprendere la attualità e prefigurarsi il futuro.
Quattro anni fa' la Cicogna non esisteva.
C'era Franco Metta - da solo - davanti ad un microfono radiofonico, guardato con un certo bonario scetticismo, persino dal regista delle mie trasmissioni.
Nacque dopo le elezioni del 2010 il M. P. La Cicogna: nacque da quella che i miopi definirono una sconfitta, ma che per Noi fu la base di partenza più propizia che si potesse immaginare.
Prima forza politica della città, raccolto un terzo dei voti espressi, lasciati alle spalle soggetti da anni radicati in Città come il PD e il PDL.
Da quella forte base partì il nostro percorso.
Per consolidare e ampliare il consenso; per selezionare una classe dirigente, di cui non disponevo nel 2010; per tessere relazioni e contatti propedeutici ad una più estesa coalizione di forze politiche, unite nel progetto entusiasmante di iscriversi nella piccola storia politica di questa città, come artefici del Rinascimento di Cerignola dopo anni di buio e decadenza.
Abbiamo imboccato questa strada. 
La abbiamo percorsa con determinazione.
Scegliendo toni alti, con lucida consapevolezza.
Per entrare nel cuore, nella testa, nell'anima di questa Città.
Da alcuni mesi, acquisita la consapevolezza di aver conquistato quel che ci premeva preliminarmente, abbiamo svelato l'altro profilo del nostro volto.
La ricchezza delle idee, la lucidità nella progettualità, uomini e donne, competenti per studio accurato, competenza acquisita.
Posso oggi orgogliosamente dire che La Cicogna, non solamente è pronta ad assumere le responsabilità amministrative a cui ambisce, ma sta relazionandosi con esperti, competenti, abili, professionali, con cui - se questa sarà la volontà popolare - riformare profondamente la tecno struttura comunale.
Non avremo, se toccherà a noi, amministratori individuati con il manuale Cencelli, ma persone competenti, oneste e capaci, scelte unicamente in ragione di queste specifiche qualità, verificate trimestralmente nel loro operato dalla persona che, a sua volta, dovrà dare conto dell'operato complessivo della amministrazione, a chi lo ha eletto.
Avremo, non un Sindaco e qualche assessore, ma un ampissimo gruppo di Amministratori, che insieme a questi, da Consiglieri Comunali, ma anche da semplici Cittadini, con delega sindacale, si occuperanno dei problemi della Città.
Un ampio gioco di squadra, con plurimi momenti di coordinamento a diversi livelli di responsabilità, che culmina al vertice nella sintesi sindacale.
Stiamo lavorando a questo e per questo... e quelli... insultano... 
Poco ce ne cale!
Ma prendiamo atto che oggi La Cicogna è al centro della scena politica.
E guarda avanti.
Mai rinunciando al ruolo di vigile informatore della opinione pubblica, ma proiettata alla costruzione di questa rivoluzione dolce, che darà, noi lo desideriamo, alla Città il Suo Rinascimento.
Anche i toni e le modalità del messaggio politico si sono da tempo adeguati e ancor di più lo faranno in futuro, a questa seconda fase.
Cominciando da quelli miei personali.
La nostra voce non sarà più alta, perché non abbiamo più bisogno di catturare la attenzione di nessuno.
Sarà discorsiva, perché al consenso della protesta, sacrosanta, si aggiunga quello della proposta intelligente, condivisa, concreta.
Ci aspettano mesi importanti, densi di impegni, da affrontare con spirito di servizio, ma anche con quel grande entusiasmo, quel senso di profonda stima, amicizia e affetto, che ci lega al di là della politica e che ha fatto del nostro Movimento una Comunità.
Aperta, però,spalancata.
Un fenomeno che gli attori della vecchia politica delle fazioni, delle correnti, dei congressi più o meno truccati, della amministrazione asservita,ora a questo, ora a quello, non conoscono, non capiscono.
Ce lo invidiano solamente.
E come loro ci invidiano personaggi improbabili, estemporanei, rozzi, che tirano in ballo persino la nostra vita privata, le nostre persone care; Gentaglia che non potrebbe nemmeno rivolgerci la parola, se non fosse perché 
abbiamo noi tutti un ruolo politico.
Accettiamo senza replicare queste molestie, che meriterebbero risposte con il Codice Penale.
Offriamole a suffragio del compito enorme che ci siamo assunti.
Avanti tutta amici miei.

Franco Metta
M. P. La Cicogna





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'19 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy