POLITICA

2017
14
Febbraio
LA TARI... UN ANNO DI TRANSIZIONE

Nel corso del 2016 si sono verificati due eventi che hanno determinato un ineluttabile e sensibile incremento complessivo del costo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti e, quindi,  un conseguente aumento della TARI.

Si fa riferimento, in particolare, a:

1) Adeguamento del costo del contratto di servizio con SIA Srl: all’effettivo costo sostenuto dalla SIA per l’erogazione dei servizi ambientali. Per il Comune di Cerignola, tale adeguamento contrattuale ha comportato un aumento del corrispettivo dovuto a SIA Srl pari ad euro 1.025.000,00, IVA compresa;

2) Chiusura del V° lotto di discarica in Contrada Cafiero nel mese di giugno del 2016.

La Regione Puglia, a questo punto, in attesa della costruzione del VI° Lotto, ha individuato la discarica di Grottaglie come sito alternativo.

E’ del tutto evidente che abbiamo dovuto sopportare un costo di trasporto e conferimento di Euro 158,00/tonnellata, notevolmente maggiore rispetto ai  Euro 92,00/tonnellata precedentemente applicata per il conferimento nel V° lotto.

Nel 2016 è stata incisiva e significativa la lotta all’evasione tributaria che ci ha permesso di non  aumentare la TARI, invece per il 2017 ci siamo impegnati per contenere l’aumento al minimo indispensabile.

Senza voler computare anche il costo dell’adeguamento contrattuale di SIA, un mero calcolo

matematico relativo alla differenza tra le tariffe di conferimento (euro 92,00 e euro 158,00)

evidenzierebbe un incremento tariffario del 42% circa.

Rispetto all’anno 2016, in considerazione degli eventi che hanno determinato l’aumento

del costo complessivo del servizio (chiusura del V lotto di discarica e adeguamento contrattuale), si

è registrato un incremento medio di circa il 18%, delle tariffe delle utenze domestiche, aumento che

tuttavia è stato contenuto grazie alla notevole attività di accertamento e di lotta all’evasione della

Tassa smaltimento rifiuti, in virtù della quale sono stati recuperati a tassazione complessivamente

231.801 metri quadri di superficie.

Parimenti, si è avuto l’incremento tariffario per le utenze non domestiche, che sono mediamente

aumentate del 18%.

Anche per queste utenze, tuttavia, la superficie recuperata a tassazione con l’azione di lotta all’evasione e di accertamento tributario svolta nel corso del 2016 è stata pari a 163.492 m/q. Anche in questo caso, appare quasi superfluo sottolineare l’importanza di tali numeri che hanno consentito di spalmare il maggiore costo del servizio su una platea più ampia di contribuenti.

Inoltre, e non meno importante, in data 18 ottobre 2016, viene approvata la Legge Regionale n.25, che prevede l’erogazione di un contributo regionale, non inferiore ai costi sostenuti, a favore di quei Comuni che nel periodo dal 1 luglio al 31 dicembre 2016, per sopravvenute carenze impiantistiche, sostengono maggiori oneri per il trasferimento e il conferimento dei rifiuti solidi urbani, a condizione che entro il 10 dicembre 2016 presentino un progetto finalizzato alla riduzione dei rifiuti e alla ottimizzazione della raccolta differenziata, ciò permetterà nel corso del 2017 un abbattimento di euro 460.000,00.

Da quanto appena riportato, risulta evidente che quello in corso è un anno "di transizione", sia sotto

il profilo giuridico che per gli aspetti amministrativi e tecnico - operativi (nonché, di conseguenza,

per quelli economico - finanziari).

Ancora…….

Nel corso del 2017 avremo il completamento del VI° lotto della discarica a Contrada Forcone Cafiero e ciò comporterà una notevole riduzione della TARI a beneficio di tutti i cittadini.

In questo momento, però….

dopo aver salvato la SIA dal fallimento,

dopo aver salvato oltre trecento famiglie dal licenziamento,

dopo aver saldato tutti i debiti con SIA, che le amministrazioni precedenti ci hanno lasciato,

dopo aver iniziato i lavori del VI° lotto,

dopo aver adeguato i contratti di tutti i Comuni del Consorzio FG4,

dopo aver presentato un progetto in Regione, che ci permetterà di iniziare la raccolta differenziata,

……..non abbiamo potuto fare di più.

Siamo altrettanto sicuri, però…..

che, impegnando tutte le nostre risorse sulla strada del risanamento, la SIA diventerà una azienda florida ed attiva.

Condizioni che permetteranno, nel futuro prossimo, una sensibile riduzione della TARI.

………sarà Fatto!!!!!

Dimenticavo…..TUTTE LE ALTRE TASSE(la Tasi, l’Imu, l’Addizionale Comunale) SONO RIMASTE INVARIATE, NON SONO STATE AUMENTATE!!!!!

 

 

                                                                                      Consigliere Comunale  Gruppo La Cicogna

                                                                                                                 Michele Monterisi





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy