POLITICA

2017
25
Maggio
L'ISPETTORE CLOUSEAU INDAGA SUL CASO "PASSARIDD"
Lo vedi camminare lungo i corridoi di Palazzo di Città, occhio vigile,
passo felpato, concentrato e indagatore. Alla continua ricerca del pelo nell’uovo
e quando crede di averlo trovato, dal suo smartphone, parte automaticamente la
musichetta de “La Pantera Rosa”. È qui che il consigliere di opposizione si trasforma 
nell’ Ispettore Clouseau che indaga, entra nei pubblici uffici e interroga i dipendenti.
Non possiede il faro per l’interrogatorio e accende  la torcia del telefonino.
Questa volta indaga sul caso “Passaridd”, chiede carte, chiede atti, vuole sapere quando
fu costruita la grande opera di quello che fu il chiosco poi demolito, se ci sono vincoli
della Soprintendenza ai beni culturali sul chiosco di ferro arrugginito che stazionava 
di fronte al Palazzo Coccia Cirillo, sul perché non è più ricettacolo di immondizia,
sulle motivazioni che hanno tolto una dignitosa casa ai Topi. 
La musica de “La Pantera Rosa” aumenta di volume quando scopre che
detto chiosco da tempo chiedeva l’eutanasia. Illecito inaudito!
Il caso “Passaridd” diventa caso nazionale, l’Ispettore indaga, interroga, si aggira,
rompe tante uova non trovando nessun pelo.
 




Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'21 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy