POLITICA

2012
19
Aprile
DEBITI ASIA: LA PAROLA ALLA CORTE DEI CONTI

Di solito le scrivo io per gli altri.

Stavolta l’hanno scritta Michele Monterisi e Loredana Lepore; io l’ho solo orgogliosamente firmata.

La denuncia, l’ennesima, alla Corte dei Conti. (in allegato)

Denunciamo come il Comune di Cerignola voglia fare causa all’Asia, cioè a se stesso.

Denunciamo l’uso illegittimo, dannoso per l’erario e per la cosa pubblica, dell’“avanzo di amministrazione”.

Prima erano 797 mila euro da destinare al pagamento del TFR dei lavoratori ex Asia.

Alle tre di notte, in Consiglio, si scopre che i conti sono sbagliati:servono 1.060.313 euro.

Che avevamo già versato all’Asia e che paghiamo per la seconda volta, per coprire i buchi di bilancio che lor signori hanno creato: centro sinistra e centro destra, con una tremenda continuità.

18 mani che si alzano a consacrare questo misfatto.

Ma noi faremo in modo che non la passino liscia.

Torniamo a raccontare, con ulteriori particolari inquietanti, la storia di alcune fatture.

Che all’Asia risultano da pagare; che il Comune ritiene già saldate.

Che il Sindaco, la stessa persona fisica, da azionista dell’ASIA giudica non pagate; da Sindaco valuta siano state pagate.

Una storia intricata, ma solamente perché nella confusione si spera di far dimenticare la sparizione di un paio circa di milioni di euro.

Noi crediamo ancora nelle istituzioni.

Come il famoso contadino, siamo certi che – alla fine – troveremo un Giudice… a Berlino.

La nostra “Berlino” si chiama Corte dei Conti, ma anche Procura di Foggia, Comando provinciale della Guardia di Finanza.

Ne riparleremo: a presto.

 

Franco Metta.





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'19 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy