POLITICA

2012
27
Settembre
Mi per… Metta, Assessore Reddavide.


Narrano in città che un cittadino abitante alle Fornaci non abbia dormito per alcune notti consecutive: causa giostre.
Per uno che va a lavorare alle 5 del mattino non è un bell’affare.
Il cittadino sapeva che per ordinanza sindacale le giostre avrebbero dovuto sospendere il funzionamento e i rumori all’una di notte.
E’ andato ai Carabinieri, per chiedere un intervento; l’hanno mandato ai Vigili Urbani; i Vigili l’hanno rimbalzato al Comandante: il Comandante, infine, l’ha rimbalzato fino a Lei.
Il Mago della ZTL; l’Uomo che chiudeva le strade; Colui che abolì i semafori inquinanti; l’Uomo della moltiplicazione dei posti; il Demiurgo della sosta tariffata; l’Idolo delle casalinghe disperate per la multa rimediata; l’Unico capace di essere Giudicante e Giudicato; Maestro e Allievo: insomma, Lei cumbà cicc.
La storia narra che alle rimostranze del cittadino piuttosto incazzatuccio, Ella troneggiando sullo stesso, non per altezza (ovvio…), ma per pregnanza dell’alto pensiero filosofico espresso,abbia detto: “Così debbono andare le cose, se non Ti piacciono, vattene da Cerignola”.
Discorso di una limpidezza, che lascia ammirati.
Io avrei una piccola, modesta obiezione.
Se il Cittadino incazzatello lasciasse la città, se ne gioverebbe Lei.
Se, invece, se ne andasse Lei, che so a Carapelle, Ordona, anche a Torremaggiore, ne guadagnerebbe tutta la città.
 

Ci pensi, assessore, per favore.





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'19 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy