POLITICA

2012
4
Dicembre
Ai cittadini batoste, agli amici proroghe

A LICCARD: I CH’LUMBR TUST !

E’ un aforisma dialettale: il protagonista è Riccardo, a cui vengono destinati  i “fioroni”  più duri: quelli immangiabili.

I cittadini di Cerignola sono “Liccard”;

i frutti immangiabili sono le tasse comunali appesantite oltre ogni sopportabilità e, anche, i servizi comunali, sempre più costosi (scuolabus e mensa, per esempio), sempre meno garantiti.

Ma se c’è un “Riccardo”, che patisce, c’è qualcun altro che gode!

Per esempio la CAGER.

Si è “pappata” una manciata di ettari in zona industriale, promettendo a Sandokan una sessantina di assunzioni da gestire con il criterio codificato della raccomandazione.

Avrebbe dovuto versare nelle Casse Comunale un milione e duecentomila euro: non s’è visto un centesimo.

Il termine di pagamento è stato generosamente prorogato, di sei mesi in sei mesi: è bastata una letterina e subito la Giunta giannatempiana s’è piegata a questa misteriosa società.

Che continua a tenere in possesso gli ettari di terreno, non pagando un euro.

Mentre ai cittadini “liccardi” arrivano batoste.

Con i denari non versati dalla CAGER si sarebbe dovuto garantire il pagamento di 1.306.336,00 di debiti fuori bilancio.

La Cager non ha pagato e per coprire i debiti fuori bilancio si è fatto ricorso alla ennesima variazione di bilancio.

Destinando a questa spesa 410.000 euro di TARSU, sottratti ad impieghi sociali; più quasi 900 mila euro da ricavare a mezzo di alienazioni patrimoniali.

In parte ancora non realizzate e non si sa, quando completamente realizzate.

E’ la manovra economica ultima di questa Giunta.

Navigazione a vista.

Nessun intervento strutturale.

Gioco delle tre carte, con i debiti che spariscono in un cassetto segreto, dove resteranno fino a quando…  gli elettori non li avranno mandati a casa!

Nel frattempo la ruota gira, si sfruttano i benefit personali, si pensa ai propri cari, ai propri amici.

Teorizzando incredibilmente il principio per cui gli amministratori soccorrono i propri amici, usando l’influenza loro derivante dalla carica pubblica ricoperta.

Come aspettarsi qualcosa di diverso da gente che percepisce migliaia di euro di indennità e non riesce a stornare dalla stessa nemmeno quei quattro spiccioli necessari a pagare il fitto della propria sede di partito?

 

Franco Metta

M.P. La Cicogna





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'19 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy