POLITICA

2012
13
Dicembre
Giannatempo/Gallo: una nuova coppia comica

 

 

Dopo Olio e Stanlio, Gianni e Pinotto, Ric e Gian, Ciccio e Franco, ecco a Voi anche Gianna e Gallo.

Questa mattina giustamente censurati, con garbata ma efficace ironia, sulle pagine della Gazzetta da Antonio Tufariello.

Il giornalista mette esattamente in luce come la dichiarazione del Sindaco sul rispetto da parte della Amministrazione del Patto di Stabilità sia NON commentabile “se rapportata alla realtà”.

Ed, infatti, di reale in quel che dice il povero e confuso Gianna non c’è nulla!

Il bilancio dell’Ente che purtroppo presiede, senza dirigerlo, è lì a dimostrare un affanno e un disagio, che sono sotto gli occhi di tutti.

Tutto va bene, madama la Marchesa, intona il Gianna.

E le cooperative sociali in lotta?

La mensa fino al 19 dicembre e poi chissà?

Il trasporto a pagamento dei bambini delle borgate?

I creditori che fanno la fila davanti alla porta dell’ineffabile genio del bilancio?

E – è successo proprio ieri – i cartolibrai che non sanno a che santo votarsi per percepire il denaro che la Amministrazione Comunale deve loro da mesi?

E se Gianna dimentica le difficoltà che sono sotto gli occhi di tutti, è ancora più improvvido quando nega responsabilità della Amministrazione Comunale.

COME SE I SOLDI GEMA LI AVESSE SOTTRATTI A NOI, NON ALLA SUA AMMINISTRAZIONE, AL SUO DIRIGENTE, AL SUO ASSESSORE.

Ed ecco sul proscenio il secondo attore, che dovrebbe fare da spalla al più stagionato interprete, ma che questa volta ruba addirittura la scena al Sindaco.

Infatti, Gallo è il più esilarante nella sua vacua dichiarazione.

Per Gallo va tutto bene in quanto la Amministrazione opera “senza privare i nostri concittadini di servizi essenziali”.

Tufariello commenta: “Anche questa dichiarazione è distante anni luce dalla realtà”.

Maniera garbata per dire che Gallo racconta frottole.

Evidentemente è l’unico la cui auto non sia finita nei burroni che si aprono sulle strade cittadini, per non dire di altri mille aspetti del degrado cittadino.

IL TUTTO MENTRE E’ IN CORSO LA SPIETATA MUNGITURA DEI CITTADINI ALLE PRESE CON L’IMU, LIEVITATO IN VIRTU’ DELLE DECISIONI DEI DUE SUCCITATI.

Veramente spudorati.

Spremono i cittadini al midollo e si vantano che tutto vada bene.

Negano servizi essenziali e dichiarano che Cerignola vive felice.

In Gianna (Gallo è un mero esecutore, peccato abbia sprecato così le sue potenzialità professionali) vedo sintomi berlusconiani: totale distacco dalla realtà;

arrogante rifiuto a prendere atto della insoddisfazione generale;

favole raccontate come realtà, a sprezzo del ridicolo.

Unica consolazione è il tempo, che per fortuna passa e ci avvicina alla fine ingloriosa di questa disAmministrazione.

 

Franco Metta

M.P. La Cicogna





Torna Indietro Vai all'archivio

© 2012/'19 LA CICOGNA - Cod.Fisc. 90032720717 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy